Come scegliere il fondotinta giusto? Regole e consigli pratici

Ecco una semplice guida con regole e consigli pratici per imparare a scegliere il fondotinta giusto

fondotinta giusto

Come scegliere il fondotinta giusto? Trovare il fondotinta adatto alla propria pelle, la tonalità giusta e il finish migliore può sembrare difficile!

Ci sono però delle tecniche di prova che permettono di identificare con facilità il prodotto ideale per ognuna. Per questo vogliamo condividere con voi i consigli e le regole di Matin Maulawizada, Colour Pro internazionale di Clinique, che ci spiega come abbinare alla perfezione il fondotinta al proprio incarnato. Vi diamo anche dei nostri suggerimenti pratici.

Adv


fondotinta

fondotinta

COME TROVARE IL COLORE GIUSTO: 6 CONSIGLI PRATICI

Come trovare il giusto colore di fondotinta? Trovare la tonalità che più si avvicina al vostro incarnato è il momento più importante in assoluto quando comprate un fondotinta.

1. SCEGLIERE LA TONALITA’ MIGLIORE IN BASE ALLA STAGIONE

Scegliete le tonalità in accordo con la stagione perché anche se usate sempre la protezione solare la vostra pelle apparirà più abbronzata durante i mesi estivi e un po’ più pallida in inverno. È inevitabile! Per questo motivo una sola tonalità di fondotinta da usare tutto l’anno non basta.

2. IL FONDOTINTA VA SCELTO SENZA AVERNE UN ALTRO ADDOSSO

Iniziare con la pelle struccata è assolutamente necessario quando si tratta di scegliere la tonalità perfetta. Comprare un fondotinta quando se ne sta indossando un altro e per di più, magari, della tonalità sbagliata, porterà solo a un danno peggiore del primo, con il rischio di acquistare una shade ancora più lontana da quella della vostra pelle. Abbinate il fondo al vostro incarnato, non al fondotinta che già state indossando.

3. NON BISOGNA FIDARSI DEL NOME DELLA TONALITA’

Benché i nomi delle tonalità possano servire da guida, è sempre importante provare il fondotinta sulla propria pelle per assicurarsi che la shade che avete scelto sia quella migliore. La stessa tonalità proposta dal medesimo brand può talvolta apparire diversa da una formula all’altra (ad esempio nello stesso fondo, liquido o compatto) per via dell’interazione fra gli ingredienti.

4. E’ IMPORTANTE SAPERE QUAL E’ IL PROPRIO SOTTO-TONO

I sottotoni possono fare una gran differenza nel finish di un fondotinta sulla vostra pelle. Mentre per provare le diverse tonalità il fondotinta dovrebbe sempre essere applicato direttamente sul viso, per identificare i sotto-toni è sufficiente esaminare la parte interna del polso:

Adv


  • vene blu = sotto-toni neutri. Vanno bene sia le tonalità calde che quelle fredde;
  • vene violacee = sotto-toni freddi. La pelle ha una tinta tendente al rosa;
  • vene verdi = sotto-toni caldi. La pelle ha una tinta tendente al dorato;

La tonalità giusta dovrebbe avere lo stesso sotto tono della vostra pelle.

5. LA PROVA DELLO SWATCH SI FA CON 3 TONALITA’

Scegliete 3 shade che vi sembra si abbinino bene con la vostra pelle, poi fate la prova dello swatch applicandole tutte in fila sul profilo del mento e lasciando una piccola striscia di pelle libera tra una e l’altra. Non concentratevi solo sul viso! È importante che vi assicuriate che la tonalità scelta si abbini in modo naturale anche con il collo.

6. IL TEST DEL FONDOTINTA DEVE ESSERE FATTO CON LUCE NATURALE ESTERNA

I faretti delle profumerie ingannano! La luce interna ai negozi non permette di vedere il reale colore della pelle e del fondotinta. Non fidatevi mai della luce artificiale e provate ad uscire all’esterno per verificare che la tonalità che state per acquistare sia quella giusta!

Fondotinta

Fondotinta

Adv

COME SCEGLIERE LA TIPOLOGIA DI FONDOTINTA

Meglio un fondotinta liquido, compatto o in polvere? La scelta del tipo di fondotinta dipende dal tipo di pelle: normale, secca, mista, grassa, con imperfezioni, pelle matura.

Adv

Oltre ad individuare il proprio tipo di pelle bisogna tener in considerazione le diverse esigenze durante le stagioni. La pelle tende a lucidarsi di più in primavera – estate per via del sudore provocato dalle alte temperature e a seccarsi di più in autunno – inverno per il freddo e il vento. La secchezza cutanea può aumentare anche dopo lunghe esposizioni al sole oppure con l’utilizzo della lampada solare. Anche la produzione di sebo che fa apparire la nostra pelle più lucida può variare nel corso del tempo.

Non possiamo trascurare poi il gusto personale: c’è chi preferisce un effetto molto naturale e chi invece vuole una pelle perfetta come una bambola di porcellana.

Per scegliere la tipologia di fondotinta giusto bisogna quindi tenere in considerazione le esigenze della nostra pelle nel periodo dell’anno in cui ci troviamo e il tipo di risultato che vogliamo ottenere.

Queste sono le caratteristiche che generalmente hanno i diversi tipi di fondotinta:

Adv

  • Fondotinta compatto in crema: si applica con una spugnetta, può avere una coprenza elevata, è ideale per pelle da normale a secca.
  • Fondotinta compatto in polvere: si applica con una spugnetta, ha un effetto opacizzante con coprenza variabile, è idele per pelle mista o grassa.
  • Fondotinta liquido idratante: si applica con pennello o spugnetta, può avere una coprenza da bassa (fondi acquosi) a elevata, ideale per tutti i tipi di pelle, anche pelle matura.
  • Fondotinta liquido mat: si applica con pennello o spugnetta, ha un effetto opacizzante con coprenza variabile, è idele per pelle grassa.
  • Fondotinta in crema: si applica con spugnetta o pennello, può avere una coprenza elevata, ideale per pelle da normale a secca, anche con imperfezioni, non indicato per pelli sottili.
  • Fondotinta in crema mat: si applica con spugnetta o pennello, può avere una coprenza elevata con effetto opacizzante, è idele per pelle mista o grassa, anche con imperfezioni, non indicato per pelli sottili.
  • Fondotinta cushion: applicazione con spugnetta, coprenza da bassa a media, ideale per pelli normali, secche, miste.
  • Fondotinta minerale in polvere: applicazione con pennello kabuki, coprenza da bassa a media, indicato per pelli normali, miste e grasse.

E’ sempre importante leggere sulla confezione le informazioni sulla formulazione (inci) e le caratteristiche specifiche del prodotto. Ci sono infatti fondi formulati appositamente per un effetto anti age, fondi particolarmente indicati per chi ha una pelle sensibile, facilmente irritabile e reattiva. Ancora più attenta deve essere la scelta del fondotinta quando si hanno problemi cutanei come acne, couperose, allergie, rosacea, dermatiti.

fondotinta

fondotinta

CONSIGLI PER L’APPLICAZIONE DEL FONDOTINTA

C’è una linea molto sottile fra naturale ed eccessivo. Trovare la tonalità e la formula adatte al proprio tipo di pelle è fondamentale ma per ottenere un risultato perfetto, beh, quella è tutta questione di applicazione. Ecco qualche consiglio utili.

  • Quando maneggiate l’arte del “less is more”, un look pulito e una pelle fresca sono dei must. Più la pelle è luminosa, meno make up serve.
  • Per un finish più naturale, tamponate il fondotinta sulla pelle anziché strofinarlo su tutto il viso. Questa tecnica vi aiuterà ad evitare strisce di colore non uniforme, aiutando il fondotinta a mischiarsi in modo molto più omogeneo. Provate ad usare una beauty blender!
  • Perfezionate, non coprite. Applicate il fondotinta senza far scomparire i tratti caratterizzanti del vostro volto, come le lentiggini o i piccoli nei – sono estremamente sensuali!
  • Quando indossate una bb cream o un fondotinta liquido, per evitare quel fastidioso effetto lucido, tamponate con una una cipria libera semi-trasparente.
  • Dopo il fondotinta è bene applicare sempre la cipria, anche se non avete problemi di lucidità. La cipria infatti serve per fissare il fondotinta, far resistere più a lungo il trucco e donare alla pelle un effetto velluto. Vi consigliamo di provare una cipria trasparente, i risultati vi sorprenderanno!
  • Qualora abbiate esigenza di una coprenza maggiore, terminate il vostro makeup aggiungendo del fondotinta compatto, laddove ne avvertiate la necessità. Applicare un fondotinta compatto sopra la bb cream senza aver prima fissato il tutto con la cipria libera, lascerebbe colare il trucco e il finish risulterebbe meno naturale.
  • Le imperfezioni si coprono con il fondotinta e il correttore colorato giusto: non ci sono imperfezioni che non si possono coprire. Pensate che con il giusto fondotinta si può coprire anche un tatuaggio, figuriamoci se non si possono nascondere brufoli, punti neri, pori dilatati, borse, occhiaie o macchie cutanee.

fondotinta

TRUCCO BASE VISO: ESEMPI PRIMA E DOPO

Nella nostra guida su come scegliere il fondotinta giusto non possono mancare degli esempi pratici che dimostrano quali risultati si possono ottenere. Sono il tipo di prodotto e il tipo di applicazione che fanno la differenza. Avere una base perfetta è possibile anche se si ha una pelle problematica. Ecco qualche esempio dimostrativo di quello che il makeup può fare.

fondotinta

Adv

fondotinta trucco

trucco fondotinta prima e dopo

fondotinta trucco prima e dopo

fondotinta prima e dopo

Adv

fondotinta prima e dopo

fondotinta trucco

fondotinta trucco prima e dopo

trucco fondotinta prima e dopo

Adv

trucco fondotinta

fondotinta

fondotinta prima e dopo

fondotinta prima e dopo

Adv

Fondotinta trucco

trucco Fondotinta

trucco Fondotinta prima e dopo

trucco Fondotinta con o senza

Adv

Fondotinta trucco con o senza

Fondotinta con o senza

con o senza fondotinta

prima e dopo fondotinta

Adv

Dopo tutti questi consigli, trucchetti e piccoli segreti da make up artist, su come scegliere il fondotinta perfetto, non resta altro da fare che andare in profumeria! Speriamo che questa guida vi sia stata utile, fateci sapere le vostre opinioni!

Adv


ARTICOLI DA NON PERDERE DEDICATI ALLA BASE VISO

Adv

Lascia un commento