INCI smalti: conoscere gli ingredienti

Oggi parliamo di inci, no non è una nuova marca e non è neppure una nuova collezione. Per chi non lo sapesse l’inci, ovvero International Nomenclature of Cosmetic Ingredients, è la denominazione internazionale utilizzata per elencare in etichette tutti gli ingredienti di un prodotto cosmetico.

Inci SmaltoOggi parliamo di inci, no non è una nuova marca e non è neppure una nuova collezione.

Per chi non lo sapesse l’inci, ovvero “International Nomenclature of Cosmetic Ingredients” è la denominazione internazionale utilizzata per elencare in etichette tutti gli ingredienti di un prodotto cosmetico.

Ogni cosmetico immesso sul mercato ha l’elenco degli ingredienti scritti in ordine decrescente rispetto alla concentrazione contenuta nel prodotto: al primo posto è indicato l’ingrediente contenuto in percentuale più alta, a seguire gli altri, fino a quello contenuto in percentuale più bassa.

Ciò significa che ogni cosmetico ha una lista che ci dice esattamente cosa stiamo mettendo a contatto con il nostro corpo, ciò è molto utile per fare una selezione di prodotti che purtroppo alcune volte possono essere dannosi o possono creare allergie.

Ma chi di noi sa leggere davvero l’inci scritto in latino, in inglese e con tutti ingredienti a noi sconosciuti?

Purtroppo per la maggior parte dei prodotti cosmetici è un arduo compito e per capire come orientarsi bisognerebbe studiare un po’ e documentarsi.

Per fortuna, per quanto riguarda gli smalti, è più facile imparare a leggere l’inci e capire quali sono quelli da evitare.
Inci Smalto
Premetto che non voglio fare terrorismo (se ne trova fin troppo sul web), il mio obiettivo è solo dare a tutti la possibilità di capire di più questo mondo.

Scopriamo quindi quali sono gli ingredienti potenzialmente “nocivi” presenti negli smalti:
– Formaldeide;
– Toluene;
– Dbp;
– Canfora.

Questi prodotti sfortunatamente sono a volte inseriti nella formulazione degli smalti e sono anche molto dannosi se presenti in eccessive quantità. Certo non arrivano al punto di uccidere, ma non fanno neanche bene!

Inci Smalto
Purtroppo in Italia sono permessi in piccole quantità, ma anche in quantità ridotte io preferirei non averli sulle mie unghie.

In sostanza, quindi, l’unica cosa che vi consiglio di fare prima di comprare uno smalto è leggere  il suo inci, se trovate nell’elenco uno di questi ingredienti o peggio ancora tutti e quattro, rimettete lo smalto sullo scaffale e sceglietene uno privo di sostanze potenzialmente nocive. L’inci dello smalto è scritto sull’etichetta, spesso è necessario sollevare il primo strato adesivo per leggere sotto gli ingredienti.

Gli ingredienti sopra elencati possono anche essere causa di unghie deboli e sfaldate. Scommetto che tutte noi desideriamo unghie forti, belle e lunghe… beh il primo passo da fare è proprio evitare i prodotti con queste sostanze.

La scelta dello smalto non deve esser fatta solo in base al colore e alla marca, è giusto avere più consapevolezza nell’acquisto, non credete? Poi ovviamente ognuno resta libero di acquistare lo smalto che preferisce.
Inci Smalto
Sarà un paradosso, ma per esempio, la maggior parte degli smalti rinforzanti in commercio sono a base di formaldeide, la quale sicuramente ha un effetto indurente, ma potrebbe provocare un danno più grande del beneficio.

C’è chi crede che basti mettere una base per poter usare anche prodotti con un pessimo inci, ma non è così, infatti anche con una buona base il prodotto potrebbe esser assorbito e quindi provocare danni e/o allergie.

In ogni caso consiglio sempre e comunque di mettere la base prima dello smalto, qualunque esso sia.

Spero di esser stata di aiuto a tutte coloro che non conoscevano queste piccole informazioni e di aver sensibilizzato ad un consumo consapevole.

Nail Artist - E’ innamorata della vita e il suo primo make up è il sorriso. Laureata in comunicazione, ha una lunga esperienza nel campo web marketing e social media. Un vulcano di creatività con moltissimi hobby ed una vera mania per la Nail art. Insegnate e tutorialist, esperta di cura delle unghie, nail artist, blogger e pr.

40 Comments

Leave a Reply
  1. penso che questo sia un argomento molto utile a tutte, io ho imparato negli ultimi anni a fare piu attenzione, però ho notato che su diversi smalti l’inci non è proprio indicato, in quei casi non si puo sapere cosa contengono

  2. è sempre utile imparare queste cose, io ho fatto anni a mettermi di tutto anche come make up finchè ho iniziato ad avere problemi di allergie e adesso sto molto attenta sempre a quello che prendo e leggo gli ingredienti di qualsiasi prodotto. Brava Sophia è utile spiegare queste cose.

  3. Utile a sapersi!Io quest’estate ho avuto l’ansia da smalto! xD
    Io per esempio portavo sempre e dico sempre lo smalto sulle dita dei piedi,finchè non ho scoperto che lo smalto facilita la comparsa di infezioni e micosi alle unghie!!!Io non lo sapevo e ne sono rimasta scioccata .-.

  4. ciao Sophie, ovviamente complimenti per il tuo articolo, utilissimo tra l’altro che avevo già letto…tra gli ingredienti da evitare aggiungerei anche NITROCELLULOSA sostanza contenuta in particolar modo in smalti del tipo semipermanenti…è quella sostanza che conferisce il tipico “effetto vetrificato” che dona brillantezza alla laccatura dello smalto…sostanza presenti nelle vernici, in determinate colle ed anche usate per la realizzazione di esplosivi…è vero che il ministero della salute in piccolissime percentuali ne consente l’ uso come per la formaldeide, toluene ecc ecc ma, senza fare allarmismo, io direi che sia il caso comunque sia di cercare di evitare il più possibile di entrare in contatto con queste sostanze.

  5. Oggi a proposito di INCI ero davvero insicura nell’acquisto di alcuni prodotti poichè non ricordavo quali ingredienti fossero nocivi così nel dubbio non ho comprato niente >_> Dovrei appuntarmeli da qualche parte XD

Lascia un commento

Nuovi rossetti e lucidalabbra Essence

Contes de Noel Givenchy: make up Natale 2012