Protezione solare 100: a cosa serve, per chi è consigliata e quale scegliere

Tutto quello che bisogna sapere sulle creme solari con protezione 100+. Cosa sono, a cosa servono, le differenze dalle altre e a chi sono consigliate

Protezione solare 100

A chi è consigliata la protezione solare 100? A cosa serve? Che differenza c’è rispetto alle altre protezioni solari? Quali sono le migliori in commercio? In questo articolo facciamo chiarezza su questo tema, spiegando nel dettaglio a chi è utile questo tipo di protezione solare altissima e consigliando le migliori creme solari con protezione 100.

CHE COS’È LA PROTEZIONE SOLARE 100

La protezione solare con SPF 100 è un prodotto che ha un altissimo fattore di protezione solare ai raggi UVB, ma non totale. Non esiste infatti un cosmetico con protezione totale o schermo totale. La dicitura ‘protezione solare 100’ può trarre in inganno, per questo motivo la Commissione Europea raccomanda alle aziende di non indicare sull’etichetta SPF100, ma di utilizzare SPF50+ per tutte quelle protezioni che hanno un SPF superiore a 60. Questa raccomandazione è finalizzata a tutelare il consumatore ed evitare che le persone facciano un uso scorretto del prodotto, non comprendendo il reale significato di protezione 100. Tuttavia non vi è ad oggi una legge che obbliga le aziende cosmetiche a non indicare in etichetta un SPF 60, 80, 90 o 100. Ecco perché in vendita possiamo trovare sia prodotti con la dicitura SPF 50+ sia creme solari con protezione 100.

Fotoallergia

CHE DIFFERENZA C’È TRA UN SOLARE CON SPF 50+ E PROTEZIONE GLOBALE 100?

Non ci sono grandi differenze tra due prodotti solari che hanno in etichetta SPF 50+ e protezione 100, se parliamo esclusivamente di SPF da raggi UVB. Infatti la scritta SPF 50+ ci dice semplicemente che quel prodotto ha una protezione solare ai raggi UVB con un valore uguale o superiore a 60. C’è differenza invece se si parla di protezione a spettro più ampio, che riguarda sia le protezioni alte dai raggi UVA e dai raggi infrarossi (IR) sia la maggiore presenza di filtri fisici, che agiscono da schermo. La protezione globale 100 ha queste ulteriori barriere a protezione della pelle. Per quanto riguarda gli SPF compresi tra 50+ e 100, sono le aziende cosmetiche che possono scegliere se seguire le raccomandazioni indicate dalla CE, indicando generalmente SPF 50+ o se citare il fattore di protezione solare superiore a 60.

Protezione solare alta

Adv


A COSA SERVE LA PROTEZIONE SOLARE 100

Le creme solari con SPF 100, o meglio protezione globale 100, nascono per proteggere le pelli particolarmente sensibili e reattive (fototipo 1 o 2) e sono indicate per chi soffre di problemi cutanei o assume farmaci fotosensibilizzanti. Molte persone soffrono di patologie della pelle che possono peggiorare con l’esposizione al sole, mentre altre hanno una predisposizione genetica a sviluppare cheratosi attiniche o tumori della pelle. In questi casi serve una crema solare con protezione totale più specifica e più ampia. Una protezione solare di questo tipo è studiata per creare una barriera protettiva ad ampio spettro, che protegge la pelle dai raggi UVA, UVB e IR e impedisce il formarsi di serie problematiche delle pelle. La protezione 100, spesso registrata come dipositivo medico, non è indicata per tutti, ma solo per coloro che necessitano della più alta protezione possibile.

Protezione solare 100 a cosa serve

COS’È L’ALLERGIA SOLARE

L’allergia solare, conosciuta anche come fotoallergia, è una reazione del sistema immunitario alla luce del sole. Si tratta di un’infiammazione della pelle, con conseguente prurito e arrossamento, che si manifesta durante l’esposizione ai raggi solari. Può apparire già dopo pochi minuti, come dopo alcuni giorni, e la sua durata nel tempo varia da soggetto a soggetto. Una volta apparsa, vine considerata una manifestazione cronica: solitamente tende a comparire in primavera e attenuarsi a fine estate.

Allergia solare

COME PREVENIRE LA FOTOALLERGIA

Anche se le cause di questa allergia non sono ancora del tutto conosciute, in alcuni casi viene innescata dall’assunzione di farmaci fotosensibilizzanti o dall’utilizzo di prodotti chimici come creme o profumi, che possono rendere la pelle più sensibile al sole. In altri casi può trattarsi di un disturbo ereditario.

Per prevenire questo tipo di disturbo è consigliabile:

  • limitare l’esposizione al sole ed evitare le ore più calde;
  • evitare l’esposizione improvvisa e diretta al sole, aumentando gradualmente il tempo passato all’aria aperta per permettere alla pelle di adattarsi;
  • indossare indumenti protettivi leggeri in cotone o fibre naturali, per schermare la luce del sole ma lasciar respirare la pelle;
  • evitare le creme solari con filtri chimici, spesso causa di fotosensibilità.

Nei casi in cui si riscontrino problemi cutanei durante l’esposizione al sole, è sempre consigliabile rivolgersi a un dermatologo esperto per effettuare una diagnosi di allergia al sole con una visita specialistica approfondita.

Protezione 100 e fotoallergia

COME E QUANDO APPLICARE LA PROTEZIONE SOLARE

La protezione 100 o 50+ può essere utilizzata su viso e corpo e va applicata, come tutti i solari, almeno 30 minuti prima dell’esposizione, a intervalli regolari di 2 ore sulle zone che si desidera proteggere completamente e sempre dopo ogni bagno.

PROTEZIONE SOLARE 100 BAMBINI

Le creme con protezione globale 100 o SPF 50+ sono consigliate per pelli sensibili, reattive, problematiche e molto chiare. A meno di indicazioni del dermatologo, la protezione 100 non è consigliata per la pelle di bambini e neonati. I bambini piccoli devono utilizzare creme specifiche per bambini, con formulazioni che lascino traspirare la pelle e siano prive di filtri chimici. La pelle dei bambini deve abituarsi al sole, con tutte le precauzioni, come l’esposizione nelle ore meno calde e per periodi limitati, ma ha bisogno anche degli effetti benefici del sole (vitamina D). È fondamentale ricordarsi di applicare la crema solare a intervalli regolari e ogni volta che i bambini escono dall’acqua, in modo da garantire una protezione continua che li difenda dai raggi solari evitando scottature o altri problemi cutanei.

Protezione solare 100 bambini

UN PRODOTTO CON PROTEZIONE 100 PROTEGGE PIÙ DI UN PRODOTTO CON SPF50 SUI RAGGI UVB?

Potenzialmente sì, ma la differenza è davvero minima e trascurabile. Per comprendere il motivo di questa limitata differenza dobbiamo comprendere che cosa rappresenta il numero comunemente definito con SPF. Il fattore di protezione solare (Sun Protection Factor, SPF) indica generalmente la capacità di difendere la pelle da radiazioni UVB, che sono le più pericolose perché responsabili delle ustioni cutanee.

Il significato di tale numerazione è identificato come una dose di esposizione solare (durata x potenza radiante x area) multipla della dose che produce eritema. Cosa vuol dire? Un SPF 50 dovrebbe portare all’eritema solare con una dose di esposizione 50 volte più alta rispetto a quella previsto in assenza di protezione. Quindi:

  • un prodotto con SPF 15 fa passare circa 1/15 dei raggi ultravioletti (ossia ne filtra circa il 93%);
  • un prodotto con SPF 30 fa passare circa 1/30 dei raggi ultravioletti (ossia ne filtra circa il 97%);
  • un prodotto con SPF 50 fa passare circa 1/50 (ossia ne filtra il 98%).

Considerato che nessun prodotto solare può bloccare il 100% della radiazione UVB, come ricordano gli esperti dell’American Academy of Dermatology, un prodotto con SPF 100 può al massimo filtrare il 99% dei raggi UVB.

Scottatura solare

Adv

UN SPF MOLTO ALTO RENDE IMMUNI DA QUALSIASI DANNO SOLARE?

No, per due motivi. Innanzitutto il valore dell’SPF talvolta dice poco sulla protezione contro i raggi UVA. I raggi UVA penetrano in profondità nell’epidermide facendole perdere elasticità e sono responsabili dell’invecchiamento cutaneo e della comparsa delle rughe. Inoltre contribuiscono al rischio di tumori cutanei. Come determinare la protezione dai raggi UVA? Quando la scritta UVA è inserita in un cerchio, significa che la protezione dai raggi ultravioletti di tipo A è circa un terzo dell’SPF. Per esempio, una crema solare con SPF 30 fornisce una protezione 30 contro i raggi UVB e 10 contro i raggi UVA. Ci sono due modi per sapere se un prodotto solare protegge dai raggi UVA: leggere l’etichetta e controllare che la scritta UVA sul pack sia inserita in un cerchio. Negli altri casi, il grado di protezione non è stimabile con certezza.

In secondo luogo l’SPF non fornisce alcuna indicazione sulla stabilità della protezione nel tempo. Ecco perché i medici raccomandano di applicare più volte i prodotti solari a distanza di tempo e di condizioni (per esempio dopo aver fatto il bagno nel mare).

Protezione solare altissima

COME INDIVIDUARE I PRODOTTI CON PROTEZIONE PIÙ ALTA E COMPLETA?

Bisogna innanzitutto scegliere prodotti che in etichetta indicano SPF50+ oppure SPF60, SPF80, SPF100. Inoltre, ciò che può fare la differenza tra un prodotto ad altissimo fattore di protezione e l’altro è la capacità di proteggere oltre che dai raggi UVB anche dai raggi UVA e IR: si parla quindi di protezione ad ampio spettro. 

MIGLIORI PROTEZIONI SOLARI 100

Sul mercato si trovano varie creme solari con protezione globale 100, ma non tutte sono ugualmente efficaci. Qualche volta questa dicitura viene utilizzata per attirare l’attenzione dei consumatori, ma non coincide con il reale potere protettivo del prodotto. Noi ve ne consigliamo due, che potete trovare nelle farmacie rivenditrici dei marchi Rilastil e ISDIN oppure online nei negozi rivenditori. Si tratta di prodotti in crema (non stick) da spalmare sulla pelle con un leggero massaggio. Entrambe proteggono anche dai raggi UVA.

PROTEZIONE SOLARE 100+ ISDIN

Studiato per prevenire e alleviare i sintomi associati all’allergia solare e alle fotodermatiti, Foto Ultra ISDIN Solar Allergy Fusion Fluid SPF 100+ contiene ectoina all’1%, sostanza che crea un effetto rinforzante sulla pelle, rendendola più forte e resistente alle radiazioni solari. Si consiglia l’applicazione già almeno un paio di settimane prima dell’esposizione al sole. La texture promette di fondersi con la pelle senza lasciare residui (prezzo 26 € in vendita qui).

FotoUltra ISDIN 100+

PROTEZIONE SOLARE 100+ RILASTIL MD

Il fluido solare Rilastil MD 100+ promette di svolgere un’azione fotoprotettiva ad ampio spettro, grazie anche a un’alta protezione dai raggi UVA, e difendere la pelle dalle radiazioni solari, prevenendo scottature, eritemi e macchie solari. È particolarmente indicata per persone con pelli problematiche e di fototipo 1 o 2. La texture è leggera e a rapido assorbimento, adatta anche sul viso come base trucco estiva (la crema non è colorata). La formula resistente all’acqua non contiene parabeni, profumo, coloranti e derivati del grano (prezzo 24 € – acquista qui).

Rilastil MD Fluido Solare Corpo 100+

 

Speriamo che la nostra guida sulla protezione solare 100 vi sia utile per decidere se usare questa particolare tipologia di prodotto. Fateci sapere se avete mai usato una crema solare 100+ e come vi siete trovate: aspettiamo di conoscere le vostre opinioni!


Per un’abbronzatura perfetta e pelle e capelli protetti leggete anche:

Adv

Ricevi gli aggiornamenti
Notificami
16 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
HappyMarried
28/05/2020 2:26 PM

non sapevo esistesse la protezione 100!Molto interessante !

Elyfoxy
26/05/2020 12:43 PM

Articolo molto interessante ed esaustivo! Io nonostante la pelle molto chiara non mi scotto e mi abbronzo con una certa facilità, solo che non amo particolarmente il sole quindi resto mozzarella!
Però terrò presente questi prodotti per il mio compagno, lui ha la pelle estremamente sensibile, delicata e reattiva, si scotta facilmente e si riempie di eritemi, inoltre lui soffre anche di dermatite

kati
26/05/2020 8:42 AM

Però anche io così alta non l’ho mai usata come protezione

kati
26/05/2020 8:41 AM

Guida utile

solow
25/05/2020 10:23 AM

Grazie dei consigli, di solito utilizzo inizialmente per le prime posizioni utilizzo una protezione 50 e poi vado scalare con un 30 e per ultimi giorni passo a 20.

Isamirti27
25/05/2020 9:06 AM

Uso sempre protezioni alte, minimo 50, perchè purtroppo la mia pelle non va d’accordo con il sole

Danywave
24/05/2020 11:53 PM

Io parto sempre con la protezione 50 poi se é il caso tendo a diminuire, mai ho utilizzato la protezione100 anche perché tra vari impegni il mare lo vedo ben poco, intanto reputo molto interessante quest’articolo e ben strutturato.

Marianna
24/05/2020 6:44 PM

Questo articolo è davvero molto interessante!conoscevo la protezione 100 ma non l’ho mai usata…di solito ad inizio stagione uso la protezione 50 (ho la pelle abbastanza chiara)e poi dopo aver preso un po’di colore scendo ad una protezione più bassa!invece per mio figlio che ha 5 anni uso la protezione 50 per tutta l estate!

carlottanewmoon
24/05/2020 3:00 PM

Guida utilissima! 🙏

magicglamour
24/05/2020 12:25 PM

Ottima per chi ha la pelle delicata!

jnefer
23/05/2020 10:00 PM

Ottimo articolo! Io L ho usata L anno scorso per coprire dal sole una cicatrice profonda e ne sono rimasta soddisfatta.

annagirl
23/05/2020 8:12 PM

Ottimo articolo informativo!

G.
G.
23/05/2020 5:57 PM

grazie per questo articolo, non conoscevo la protezione 100, io ho la pelle molto sensibile e mi scotto facilmente, infatti di solito uso protezione 50, con il sole è sempre un bene essere prudenti

Greta
23/05/2020 4:27 PM

Grazie per questo articolo molto utile e dettagliato! Io dovrei utilizzare una protezione media per i primi giorni perché ho la pelle chiara però mi abbronzo facilmente

RobertaSchiapparoli
23/05/2020 2:46 PM

Per fortuna ho una pelle che non ha mai avuto nessun problema con l’esposizione solare, ovviamente uso creme con protezione solare adeguata, opto per prodotti ecobio. Queste creme con fattori così alti sono una salvezza per chi è intollerante al sole, comunque è buona norma a chi ha pelle con queste problematiche di esporsi ai raggi solari solo nelle prime ore della mattina e nel tardo pomeriggio , evitando le ore centrali della giornata.☺️

J.
J.
23/05/2020 1:28 PM

Mai usata una protezione solare così alta, generalmente comincio con un SPF 30 quando comincio ad andare in spiaggia e poi vado via via a scalare.
Mio marito invece usa moltissimo la protezione 50 perchè lavora all’aperto tutto l’anno, è abbronzato anche in inverno ma almeno non corre il rischio di scottature, eritemi, macchie e via dicendo.

Maschere viso bio e naturali

Maschere viso bio e naturali: le 10 migliori

Trucco Marc Jacobs Estate 2020

Marc Jacobs trucco Estate 2020: Gold Collection