Protezione solare 100: a cosa serve, per chi è consigliata e quale scegliere

Tutto quello che bisogna sapere sulle creme solari con SPF 100+, a cosa servono e per chi sono consigliate

Protezione solare 100

A chi è consigliata la protezione solare 100? A cosa serve? Quali sono le migliori in commercio? In questo articolo facciamo chiarezza su questo tema, spiegando nel dettaglio a chi è utile questo tipo di protezione solare altissima e consigliando le migliori creme solari SPF 100+.

A COSA SERVE LA PROTEZIONE SOLARE 100

Le creme solari con SPF 100 di ultima generazione nascono per proteggere le pelli particolarmente sensibili e reattive (fototipo 1 o 2) e sono indicate per chi soffre di problemi cutanei o assume farmaci fotosensibilizzanti. Molte persone soffrono di patologie della pelle che possono peggiorare con l’esposizione al sole, mentre altre hanno una predisposizione genetica a sviluppare cheratosi attiniche o tumori della pelle. In questi casi un SPF 50+, più che sufficiente per proteggere dal sole chi non ama abbronzarsi, non basta e serve una crema solare protezione totale più specifica.

Adv


Una protezione solare così alta è studiata per creare una barriera protettiva ad ampio spettro, che protegge la pelle dai raggi UVA e UVB e impedisce il formarsi di problemi come l’allergia solare. La protezione 100 può essere utilizzata su viso e corpo e va applicata, come tutti i solari, almeno 30 minuti prima dell’esposizione, a intervalli regolari di 2 ore sulle zone che si desidera proteggere completamente e sempre dopo ogni bagno.

Protezione solare 100 a cosa serve

COS’È L’ALLERGIA SOLARE

L’allergia solare, conosciuta anche come fotoallergia, è una reazione del sistema immunitario alla luce del sole. Si tratta di un’infiammazione della pelle, con conseguente prurito e arrossamento, che si manifesta durante l’esposizione ai raggi solari. Può apparire già dopo pochi minuti, come dopo alcuni giorni, e la sua durata nel tempo varia da soggetto a soggetto. Una volta apparsa, vine considerata una manifestazione cronica: solitamente tende a comparire in primavera e attenuarsi a fine estate.

Allergia solare

COME PREVENIRE LA FOTOALLERGIA

Anche se le cause di questa allergia non sono ancora del tutto conosciute, in alcuni casi viene innescata dall’assunzione di farmaci fotosensibilizzanti o dall’utilizzo di prodotti chimici come creme o profumi, che possono rendere la pelle più sensibile al sole. In altri casi può trattarsi di un disturbo ereditario.

Fotoallergia

Per prevenire questo tipo di disturbo è consigliabile:

  • limitare l’esposizione al sole ed evitare le ore più calde;
  • evitare l’esposizione improvvisa e diretta al sole, aumentando gradualmente il tempo passato all’aria aperta per permettere alla pelle di adattarsi;
  • indossare indumenti protettivi leggeri in cotone o fibre naturali, per schermare la luce del sole ma lasciar respirare la pelle;
  • evitare le creme solari con filtri chimici, spesso causa di fotosensibilità.

Nei casi in cui si riscontrino problemi cutanei durante l’esposizione al sole, è sempre consigliabile rivolgersi a un dermatologo esperto per effettuare una diagnosi di allergia al sole con una visita specialistica approfondita.

Adv


Protezione 100 e fotoallergia

Adv

PROTEZIONE SOLARE 100 BAMBINI

Le creme con SPF 100 sono indicate per pelli sensibili, reattive, problematiche e molto chiare. Per questo motivo possono essere applicate su bambini e neonati, per proteggerli completamente dai raggi solari ed evitare scottature o altri problemi cutanei. É tuttavia sconsigliabile utilizzare solamente questo tipo di protezione altissima, preferendo un classico SPF 50+ e optando per un SPF 100 solo in caso di allergie o altre problematiche della pelle. Anche la pelle dei bambini deve abituarsi al sole, con tutte le precauzioni, come l’esposizione nelle ore meno calde e per periodi limitati, ma ha bisogno anche degli effetti benefici del sole. È invece fondamentale ricordarsi di applicare la crema solare a intervalli regolari e ogni volta che i bambini escono dall’acqua, in modo da garantire una protezione continua.

Protezione solare 100 bambini

MIGLIORI PROTEZIONI SOLARI 100

Sul mercato si trovano varie creme solari con SPF 100+, ma non tutte hanno realmente un fattore di protezione così alto. Noi ve ne consigliamo due, che potete trovare nelle farmacie rivenditrici Rilastil e ISDIN. Si tratta di prodotti in crema (non stick) da spalmare sulla pelle con un leggero massaggio.

PROTEZIONE SOLARE 100 ISDIN

Studiato per prevenire e alleviare i sintomi associati all’allergia solare, Foto Ultra ISDIN Solar Allergy Fusion Fluid SPF 100+ promette di offrire una protezione contro i raggi UVA due volte superiore alle creme solari con SPF 50+. Contiene ectoina all’1%, sostanza che crea un effetto rinforzante sulla pelle, rendendola più forte e resistente alle radiazioni solari. La texture promette di fondersi con la pelle senza lasciare residui.

Foto Ultra ISDIN 100+

PROTEZIONE SOLARE 100 RILASTIL MINSAN

Il fluido solare Rilastil MD SPF 100+ promette di svolgere un’azione fotoprotettiva ad ampio spettro, difendendo la pelle dalle radiazioni solari e prevenendo scottature, eritemi e macchie solari. È particolarmente indicata per persone con pelli problematiche e di fototipo 1 o 2. La texture è leggera e a rapido assorbimento, adatta anche sul viso come base trucco estiva (la crema non è colorata). La formula resistente all’acqua non contiene parabeni, profumo, coloranti e derivati del grano.

Adv

Rilastil MD Fluido Solare Corpo 100+

Speriamo che la nostra guida sulla protezione solare 100 vi sia utile per decidere se usare questa particolare tipologia di prodotto. Fateci sapere se avete mai usato una crema solare con SPF 100+ e come vi siete trovate: aspettiamo di conoscere le vostre opinioni!


PER UN’ABBRONZATURA PERFETTA E UNA PELLE PROTETTA, LEGGETE ANCHE:

Adv

15 Comments

Leave a Reply
  1. Grazie per le informazioni sempre chiare e utili che il team Beautydea ci regala! Non sapevo che esistesse una protezione così alta, mi sembra una cosa davvero importante, per le persone che hanno problemi con l’esposizione al sole. Io all’inizio uso una 50, poi passo alla 30, per concludere l’estate con una 15.☀️🏖️

  2. Dovrebbe usarla il mio compagno che ha la pelle delicatissima per via della dermatite di cui soffre da anni. Lui non ama prendere il sole ma gli basta stare all’aria aperta per diventare tutto rosso, quindi deve sempre proteggersi anche solo camminando per strada mentre va al lavoro.

    Ne approfitto per salutarvi, perché questa sera parto per le vacanze, e non so quando avrò la possibilità di collegarmi. Buona estate a tutte!!!

  3. Articolo molto interessante, grazie per averlo inserito. Di recente ho scoperto che soffro di orticaria solare, quindi mi espongo al sole col contagocce, solo con protezione alta e possibilmente senza agenti chimici (o quasi), al mare non posso nemmeno indossare capi bianchi perché riflettono. Il paradosso è che ho anche carenza di vitamina D, ed ovviamente la luce solare è la fonte principale della vitamina D. Quando la nostra pelle è esposta ai raggi ultravioletti (UVB) si produce la vitamina D. Ahahahah che disastro 😂😂😂

  4. Mia mamma non può esporsi al sole…si riempie di bolle sia sul viso che sul dècolletè.
    Ormai sono tantissimi anni che ha rinunciato ad andare al mare, e ricordo che quando ero ragazzina, indossava sempre una maglietta e stava quasi sempre sotto l’ombrellone.

Lascia un commento