Vitamina C per la pelle: a cosa serve, chi deve usarla e come

Ecco tutto quello che c’è da sapere su uno dei più potenti alleati di salute e bellezza per la pelle: la vitamina C!

Vitamina C per la pelle

La vitamina C applicata sulla pelle è il più potente antiossidante in grado di contrastare l’invecchiamento cutaneo.

Se utilizzata regolarmente permette di mantenere la pelle liscia, luminosa e compatta, rallentando la comparsa dei primi segni del tempo.

La vitamina C si può trovare all’interno di creme, sieri e trattamenti viso. In questa guida dettagliata vi spieghiamo tutti i benefici della vitamina C, le sue funzioni, quali tipi di pelle devono usarla e in che modo.

VITAMINA C PELLE: A COSA SERVE

La vitamina C, anche nota come acido ascorbico, è una molecola dal forte potere antiossidante che aiuta a contrastare l’azione dei radicali liberi. Questi ultimi sono dei residui metabolici altamente instabili e dannosi che causano l’invecchiamento cellulare, ma si rivelano deboli di fronte all’azione della vitamina C.

La vitamina C è importante per il corretto funzionamento del sistema immunitario e per la sintesi di collagene nell’organismo. La vitamina di tipo C è un nutriente essenziale per la nostra salute. Idrosolubile, va costantemente reintegrata attraverso l’alimentazione, mediante integratori o con l’uso topico di prodotti. Quest’ultima è la pratica che ne assicura il giusto apporto sulla pelle, poiché il solo metabolismo intestinale non è sufficiente a garantirlo.

Vitamina C per la pelle

Sull’organismo la vitamina C ha numerosi benefici:

  • è antiossidante;
  • rinforza il sistema immunitario;
  • previene l’assorbimento di sostanze potenzialmente cancerogene, soprattutto a livello intestinale.

Quali benefici apporta la vitamina C sulla pelle?

  • è illuminante, contro il colorito spento;
  • ha proprietà antimacchia, per le macchie scure delle pelle mature e non;
  • è un efficace antinfiammatorio;
  • previene la formazione di cicatrici;
  • incrementa la produzione di collagene, che diminuisce con l’aumentare dell’età;
  • coadiuva l’azione delle creme solari.

La vitamina C in tutte le sue forme è considerata un potente alleato antietà, che può aiutarci nel nostro percorso verso una pelle perfetta e giovane più a lungo. La combinazione di acido ascorbico + acido ialuronico è considerato un efficace mix antiage in ambito cosmetico. Il rapporto tra vitamina C e sole è stato al centro di studi e dibattiti. È stato di recente provato che i due possono convivere pacificamente. Anzi, la prima aiuta a tenere a bada i danni dei raggi UV prodotti dal secondo, permettendoci un’esposizione al sole in sicurezza, in combinazione con le protezioni solari.

Vitamina C benefici per la pelle

VITAMINA C PER LA PELLE DEL VISO

Quali sono i benefici della vitamina C per la pelle del viso e a quali tipi di pelle è consigliata? L’ottima notizia è che l’acido ascorbico ha un’alta tollerabilità, soprattutto se usato nel modo giusto e nelle dosi corrette. Esistono tante forme e diverse concentrazioni di vitamina C adatte all’uso cosmetico, differenti per efficacia e stabilità!

Il range di concentrazione da ricercare nei prodotti varia solitamente dal 10% al 20%. Ma così come ci sono buoni prodotti in concentrazioni minori, ci sono forme particolarmente stabili e ben tollerate che arrivano al 25-30% anche su pelli sensibili. Alcuni esempi sono la vitamina C pura incapsulata, stabile perché schermata dall’ossidazione esterna, o le combinazioni tra due vitamine (C e A oppure C ed E). Oppure i derivati dell’acido ascorbico, come ascorbyl glucosamine, ascorbyl tetraisopalmitate, magnesium ascorbyl phosphate.

Molti possono penetrare a fondo nella pelle e arrivare fin nello strato più interno, soprattutto in presenza di ambienti acidi (per esempio in combinazione con ingredienti a pH inferiore o uguale a 3,5). Ed è lì che “fanno miracoli”, incrementando la produzione di collagene ed elastina, gli alleati irrinunciabili di una pelle soda, uniforme e dall’aspetto giovane. Scopriamo come usarla in base al tipo di pelle, con i nostri consigli per prodotti a base di vitamina C per pelle!

Vitamina C per la pelle del viso

VITAMINA C PELLE GRASSA

Una pelle grassa necessita di prodotti purificanti e che aiutino nel controllo della produzione sebacea. Usare prodotti a base di vitamina C formulati senza oli e dalle texture leggere può essere una soluzione per ritrovare il proprio equilibrio epidermico. Un esempio è il trattamento Ascorbic Acid 8% + Alpha Arbutin 2% The Ordinary. Formulato senza acqua e oli, questo siero viso apporta alla pelle i benefici della vitamina C senza incrementare l’effetto unto sulla pelle. A rapido assorbimento, è efficace nel giro di poche settimane (prezzo 12,99 € – acquista qui).

Vitamina C The Ordinary

VITAMINA C PELLE ACNEICA

La vitamina C sulla pelle acneica dà incredibili risultati. Le pelli a tendenza acneica sono ambienti acidi, in cui l’acido ascorbico esprime al meglio il suo potenziale antimacchia e cicatrizzante. Nel primo caso inibisce la produzione di melanina, contrastando l’insorgenza di macchie da sfoghi acneici. Nel secondo, incrementando la produzione di collagene, evita il formarsi di tessuto cicatriziale che renda irregolare la pelle. Come antinfiammatorio aiuta a trattare le irritazioni, anche acneiche. Il siero viso Purito Pure Vitamin C combina acidi ascorbico e ialuronico, niacinamide ed estratto di ginseng rosso, per un incarnato dalla grana uniformata, luminoso e idratato (prezzo 25,95 – acquista qui).

Siero alla vitamina C Purito

VITAMINA C PELLE SECCA

L’uso di prodotti a base di acido ascorbico sulle pelli secche necessita di un occhio di riguardo. Il motivo? L’acido ascorbico può provocare secchezza della pelle. E creare dunque un effetto paradosso quando il nostro obiettivo è restituire idratazione e nutrimento. Per scegliere i prodotti giusti è bene indirizzarsi verso la combinazione di ingredienti adatta: un esempio è l’olio viso Sunday Riley C.E.O. Glow con vitamina C e curcuma. Nella formula aggiunge alla vitamina C stabile e liposolubile (TDH ascorbato) l’estratto di curcuma lenitivo e gli oli di enotera, lampone e melograno. Le pelli secche trarranno giovamento dall’uso continuativo di questo olio illuminante e ricostitutivo della barriera cutanea (prezzo 42 € – acquista qui).

Vitamina C Sunday Riley

VITAMINA C PELLE SENSIBILE

Perché rinunciare a questa fantastica vitamina se si ha la pelle sensibile? Basta sapere come usarla! Prodotti formulati a base olio, dal potere emolliente, aiutano a ricostituire la barriera cutanea. Spesso stressata o danneggiata nei soggetti con pelle sensibile. Un altro dei problemi che interessano la pelle sensibile è la perdita d’acqua transepidermica, una diminuzione dell’idratazione che porta a pelle secca, ruvida, desquamata e a irritazioni. Per questo è bene scegliere prodotti con le giuste caratteristiche. Per esempio il siero Dear, Klairs Freshly Juiced Vitamin Drop, miglior siero viso alla vitamina C indicato per pelli sensibili. Concentrata al 5% e coadiuvata dall’azione di estratti di yuzu, pompelmo e centella asiatica. Ha texture oleosa e lascia la pelle luminosissima, in perfetto stile glass skin (prezzo 26,45 € – acquista qui).

Vitamina C Dear, Klairs

VITAMINA C PELLE MATURA

L’uso topico di vitamina C sulla pelle matura ha più obiettivi: trattare i segni del tempo già presenti (rughe, linee sottili o macchie senili), prevenirne di nuovi e contrastare le macchie. In questo senso, le pelli mature necessitano di prodotti altamente nutrienti, formulati con ingredienti che riattivino il processo di rinnovamento cellulare. Di texture ricche e avvolgenti e di un boost antiradicali liberi particolarmente efficace. Il prodotto perfetto per ottenere questi risultati? Il siero viso Drunk Elephant C-Firma Fresh Day, arricchito con acido ascorbico al 15%, vitamina E all’1% e acido ferulico. Il migliore amico della vitamina C quando si tratta di combattere i segni del tempo (prezzo 75 € – acquista qui).

Vitamina C Drunk Elephant

VITAMINA C PER LA PELLE: CONTROINDICAZIONI

La vitamina C ha controindicazioni oppure può essere inefficace o dannosa? Sì. E questo può dipendere da una conservazione non corretta o dall’utilizzo abbinato ad altre sostanze o, ancora, dalla concentrazione non adeguata. Vediamo tutti questi casi nel dettaglio.

1. Innanzitutto va detto che è una molecola piuttosto instabile e facilmente soggetta a ossidazione. Pertanto è importante una corretta conservazione. Necessita di ambienti protetti da luce, aria e calore per preservare la propria integrità e i benefici per la pelle! Per evitarne il decadimento, molti brand fanno attenzione a conservarla in pack di vetro scuro o opaco. Dotati di contagocce, capsule o pump che aiutino a evitare il contatto con l’aria. Controllate sempre la colorazione dei prodotti: se dal giallo/arancio iniziale è diventata marrone, allora la vitamina C è totalmente ossidata e pertanto inefficace.


2. In secondo luogo è bene usare l’acido ascorbico nelle giuste concentrazioni in base al proprio tipo di pelle. Una percentuale troppo bassa potrebbe comportare inefficacia nella nostra beauty routine. Mentre una troppo alta irritazioni, secchezza o reazioni di intollerabilità.


3. La combinazione con acidi o attivi esfolianti, per esempio acido glicolico o acido salicilico, è sempre sconsigliata. Per ovviare a questo problema, bassa suddividere la propria skincare in più fasi: evitando la stratificazione di questi attivi e usandoli in momenti distinti della giornata.

Vitamina C controindicazioni

FALSI MITI SULLA VITAMINA C

Riguardo l’acido ascorbico in ambito cosmetico ci sono anche dei falsi miti. Eccone 6 da sfatare!

  • L’acido ascorbico non può essere combinato con la niacinamide. Falso, in realtà questi due attivi possono essere usati insieme, tranne nei casi in cui i brand consigliano esplicitamente di non farlo. Per un approfondimento leggete la nostra guida completa sulla niacinamide!
  • Vietato usare acido ascorbico sulla pelle sensibile. Non è così! Esistono numerose forme di vitamina C e altrettanti gradi di tollerabilità per i vari tipi di pelle. Basta trovare quella più adatta alle proprie esigenze!
  • Le pelli grasse non dovrebbero usare la vitamina C. Falso! L’acido ascorbico ha proprietà purificanti e antinfiammatorie e agisce benissimo sulle pelli grasse e impure limitando macchie e imperfezioni.
  • La vitamina C provoca fotosensibilità. I più recenti studi scientifici dimostrano esattamente il contrario! Non solo non provoca fotosensibilità, ma grazie alle sue proprietà antiossidanti riesce a prevenire i danni cutanei provocati dai raggi UV.
  • L’acido ascorbico fa abbronzare: falso. La sua azione è anzi schermante rispetto ai raggi solari. Tuttavia può temporaneamente macchiare la pelle se usata in seguito a ossidazione. Provocando un ingiallimento temporaneo simile a quello conseguente all’uso improprio anche dei migliori autoabbronzanti!
  • È impossibile assumere troppa vitamina C: in realtà un sovradosaggio è possibile, soprattutto con gli integratori. Per questo è bene seguire le istruzioni riportate sulle confezioni dei prodotti o consultare un esperto. Nel caso di vitamina C per il viso fai da te (ed eventuale sovradosaggio), l’acido ascorbico in polvere The Ordinary è il giusto esempio di benefici e responsabilità. Da una parte l’attivo non rischia ossidazione, poiché se ne usa solo la dose necessaria e non è in forma liquida. Dall’altra bisogna prestare attenzione a usarne il quantitativo giusto, per evitare reazioni di intollerabilità (prezzo 6 € – acquista qui).

Vitamina C in siero e in polvere

DOMANDE FREQUENTI E RISPOSTE

  • La vitamina C a cosa serve? Serve al corretto funzionamento del sistema immunitario e per la sintesi di collagene nell’organismo. Il collagene rinforza i vasi sanguigni, la pelle, i muscoli e le ossa. Ha inoltre azione antiossidante, cioè blocca l’azione dei radicali liberi, causa di invecchiamento precoce e deterioramento di organi e tessuti.
  • Cosa comporta una carenza di vitamina C per la pelle? Essendo necessaria per la sintesi di collagene, una sua carenza può influire in modo negativo su tono e compattezza della pelle.
  • Troppa vitamina C sulla pelle fa male? Sì, una quantità eccessiva di acido ascorbico sulla pelle può provocare irritazione. Mentre l’uso dell’attivo ormai ossidato può macchiare temporaneamente la pelle.
  • Posso trovare vitamina C per il viso in farmacia? Sì. Oltre ai classici integratori, molte farmacie vendono prodotti beauty a base di vitamina C. Dai sieri alle creme viso, dall’acido ascorbico in polvere ai trattamenti antimacchia e antiacne per pelli impure.
  • Si può usare vitamina C per la pelle in estate? Sì, l’acido ascorbico, sebbene non sostituisca in alcun modo la crema solare, ne coadiuva l’azione grazie al suo potere antiossidante. Bloccando l’azione dei radicali liberi incrementata dall’esposizione ai raggi UV.

DOVE ACQUISTARE PRODOTTI A BASE DI VITAMINA C

Molti e-commerce beauty hanno dedicato pagine specifiche agli attivi più noti che compongono le formule dei prodotti. La vitamina C è uno di questi, di cui troviamo proposte in questa pagina del sito Lookfantastic e in questa pagina di Amazon!

Con questa guida speriamo di aver chiarito tutti i dubbi su questo ingrediente importantissimo per la skincare, esponendone caratteristiche e usi.


La skincare è più efficace se fatta con gli attivi puri!



Avatar for Martina Di Paolantonio
Ricevi gli aggiornamenti
Notificami
11 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti